Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » Bando regionale per contributi a fondo perduto destinati a imprese e liberi professionisti

Bando regionale per contributi a fondo perduto destinati a imprese e liberi professionisti

logo regione
gio 24 set, 2020

Potranno essere presentate dal prossimo 24 settembre le domande relative al bando regionale per contributi a fondo perduto destinati a imprese e liberi professionisti. Il totale delle risorse a disposizione è di 115 milioni.

Il bando punta a favorire la ripresa degli investimenti in beni materiali e immateriali delle Micro, Piccole e Medie Imprese artigiane, industriali, manifatturiere e dei settori turistico, commerciale, culturale e terziario, anche di nuova costituzione, nonché dei professionisti.

Saranno ammesse soltanto le imprese e i professionisti che dal 1° febbraio 2020 non abbiano operato licenziamenti per ragioni economiche o giustificato motivo oggettivo del proprio personale dipendente, e che si impegnano a non farne nei 12 mesi successivi alla comunicazione di ammissione al finanziamento.

L’aiuto sarà concesso nella forma di contributo a fondo perduto nella misura minima del 40% del costo totale ammissibile sugli investimenti. Tale percentuale potrà essere incrementata del 5% qualora gli investimenti siano finalizzati al contenimento e al contrasto dell’emergenza epidemiologica Covid-19 (sia investimenti per la messa in sicurezza dei lavoratori che per l’organizzazione del lavoro con modalità smart working); del 10% nel caso l’investimento riguardi beni materiali ed immateriali funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese; del 10% per le imprese che assicurino un incremento occupazionale durante la realizzazione dell’intervento e comunque entro la conclusione dello stesso.
 

Il costo totale dell’intervento ammissibile va da un minimo di 20mila ad un massimo di 200mila euro. Sono ammissibili le spese effettuate a partire dal 1° febbraio 2020 al 1° febbraio 2021 per investimenti in beni strumentali nuovi, materiali ed immateriali, per interventi su immobili, acquisto impianti, messa in sicurezza dei locali sede di attività delle imprese comprese le opere di sanificazione.

Le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 9 del 24 settembre (giorno successivo alla  pubblicazione sul BURT del relativo decreto) dal sito di Sviluppo Toscana: https://www.sviluppo.toscana.it/

Condividi

Notizie e Comunicati correlati

Anche per l’anno scolastico 2021/2022 il Comune di Poggio a Caiano, nell’ottica della trasparenza, della semplificazione della procedura nella consegna dei libri agli alunni della scuola primaria residenti nel territorio comunale e della riduzione ....
lun 28 giu, 2021
L’estate poggese si accende con “Poggio in Vetrina 2021”. Anche quest’anno i giovedì sera di luglio Poggio a Caiano si anima con eventi, musica, spettacoli ed iniziative per accompagnare l’apertura serale dei negozi. Prende ....
gio 24 giu, 2021
Domenica 2 maggio dalle 8 alle 14 si terrà il Mercato Straordinario in piazza della Riconciliazione Roberto Castellani, a recupero di quello non svolto nel periodo pasquale.
ven 30 apr, 2021
Il Comune di Poggio a Caiano ha messo a punto un sistema più snello per consentire ai titolari di bar e ristoranti - che non avevano fatto richiesta di concessione dello spazio pubblico già nel 2020 - di ottenere il permesso di occupazione in tempi rapidi ....
sab 24 apr, 2021