Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » La risposta del Governo all'interrogazione dell'onorevole Edoardo Fanucci (Pd) sul ripristino delle mura perimetrali della Villa Medicea di Poggio a Caiano

La risposta del Governo all'interrogazione dell'onorevole Edoardo Fanucci (Pd) sul ripristino delle mura perimetrali della Villa Medicea di Poggio a Caiano

Notizia
gio 20 lug, 2017

Il Governo, attraverso la sottosegretaria al ministero dei beni culturali Dorina Bianchi, ha risposto oggi all’interrogazione presentata dall’onorevole Edoardo Fanucci (PD) a riguardo del ripristino delle mura perimetrali della Villa Medicea di Poggio a Caiano.

Eccone alcuni passaggi che fanno chiarezza sullo stato delle opere e sui prossimi interventi programmati: “La copertura economica degli interventi di somma urgenza è stata assicurata da uno stanziamento straordinario che il Polo ha subito richiesto al Ministero e che è stato tempestivamente concesso, nella misura di € 300.000 e che sono in fase di definitivo accreditamento. Con questa cifra il Polo non solo ha coperto gli interventi d'urgenza per la messa in sicurezza del muro e dell'area, tutti già eseguiti, ma ha già progettato ed avviato i primi interventi di ripristino del muro e di revisione e riordino del sistema di regimazione delle acque del giardino, che è l'intervento primario da realizzare per garantire la completa eliminazione delle concause che possono aver contributo al cedimento del muro in occasione dell'imprevedibile ed eccezionale precipitazione piovana del 6 marzo. Poiché la cifra a disposizione non è sufficiente per l'intero ripristino della struttura muraria e per tutti i lavori collegati necessari, si stanno reperendo altri finanziamenti straordinari, specificamente finalizzati ai lavori di ripristino del muro crollato e al riordino e miglioramento del sistema di regimazione delle acque piovane e di altra natura nel giardino sovrastante  Per quanto riguarda le altre parti della villa e delle aree a verde, si informa che il Polo aveva, poco prima dell'imprevedibile evento calamitoso del 6 marzo, già avviato altri interventi in somma urgenza (che quindi ricadranno nella programmazione lavori pubblici per l'annualità 2018), per risolvere alcuni problemi urgenti relativi ad impianti fognari ed alle coperture e gronde del tetto principale della villa. Proprio in questi giorni, inoltre, si sono concluse le procedure amministrative per il riavvio di un intervento di restauro già andato in gara prima del passaggio al Polo della Toscana da parte della ex Soprintendenza speciale per il Polo museale fiorentino e rimasto sospeso per l'attesa del trasferimento contabile dei fondi transitati da un istituto all'altro (per un totale di € 264.000), finalmente conclusosi. Nella seconda metà di agosto, quindi, si riaprirà il cantiere per la ristrutturazione di una ulteriore porzione di terrazza e del sottostante loggiato del lato est della villa, da tempo rimasta in sospeso con la presenza di ponteggi a protezione dell'edificio e del pubblico. Si prevede che i lavori abbiano la durata di circa sei/otto mesi. Alla loro conclusione non solo saranno naturalmente rimossi i ponteggi che ingombrano il prospetto della villa, ma il risanamento della porzione di terrazza consentirà la riapertura della seconda uscita di sicurezza del grande salone centrale della villa, rendendo possibile quindi l'ampliamento del numero di persone che possono essere contemporaneamente presentì al suo interno e un maggiore e più ampio utilizzo dello stesso per eventi culturali ed altre iniziative. Per il completamento del restauro del giro delle terrazze e del sottostante loggiato intorno alla villa sono stati stimate ulteriori necessità finanziarie valutabili in € 2.000.000 complessivi, attualmente al vaglio dei competenti uffici dell’Amministrazione. Sono compresi in questa richiesta i lavori relativi alla revisione dei muri perimetrali e di contenimento del piano della villa stessa, oltre che del giardino e del parco; alla sistemazione della scalinata che collega la villa al giardino; al restauro degli archi sabaudi; al ripristino della cisterna dell'acquedotto mediceo; al recupero della Cappella della villa, etc.”.

Questo il commento dell’onorevole Fanucci. “La risposta del Governo conferma l'attenzione e il monitoraggio costante da parte del Ministero, per la quale siamo grati all'Esecutivo. Il patrimonio artistico toscano merita di essere preservato, attraverso investimenti in manutenzione e un'opera quotidiana di valorizzazione. Nelle prossime settimane sarà fondamentale verificare puntualmente l'iter dei lavori e il rispetto della tabella di marcia. La zona colpita dal maltempo dello scorso marzo, infatti, è vitale per Poggio a Caiano, dal punto di vista del turismo e delle attività commerciali e culturali. L'amministrazione comunale è intervenuta tempestivamente per risolvere le criticità, contattandomi per promuovere l'interrogazione parlamentare e un lavoro di coordinamento con il Governo. Ringrazio il sindaco Marco Martini e il vice sindaco Francesco Puggelli per la collaborazione e il grande lavoro portato avanti in favore del territorio”.

Il Comune di Poggio a Caiano ha naturalmente accolto con soddisfazione l’operato dell’onorevole Fanucci e la risposta del Governo: “Siamo particolarmente lieti che il Governo stia seguendo da vicino questa vicenda – commentano il sindaco Marco Martini e tutta la Giunta municipale – e da parte nostra assicuriamo tutti che continueremo a tenere sotto osservazione la situazione riguardante il finanziamento ed i tempi per l’intervento di ricostruzione del muro della Villa Medicea, che per la nostra amministrazione è fondamentale al fine di ripristinare il pieno utilizzo dell'area di via Lorenzo Il Magnifico ubicata nel centro storico della nostra città e che costituisce la connessione fra le Scuderie e la stessa Villa Medicea”.

“Prendiamo poi atto con piacere – concludono – della risposta positiva del Governo per quanto riguarda sia il quadro generale con l'elenco degli interventi da effettuare sia per gli aggiornamenti sui lavori pianificati da anni e che stanno finalmente trovando attuazione”.

 

Condividi

Notizie e Comunicati correlati

 Il museo Soffici e del ‘900 italiano riapre grazie all’allentamento delle restrizioni per le regioni che si trovano in zona gialla. Riapre e accoglie nuovamente un’opera che negli ultimi mesi era esposta al Museo Marmottan Monet ....
ven 22 gen, 2021
Chi lo desidera, potrà inviare al seguente indirizzo:  info@museoardengosoffici.it  gli elaborati dei propri figli. Saranno pubblicati su questa pagina così anche i bambini diventeranno artisti protagonisti! In cambio, riceverete via e-mail ....
mar 22 set, 2020
È prevista per questo sabato 30 maggio la riapertura al pubblico del Museo “Ardengo Soffici e del Novecento italiano” di Poggio a Caiano, che avverrà con tutte le misure di sicurezza necessarie ed un numero di ingressi limitato. Questa settimana ....
gio 28 mag, 2020
Ha preso in carico il proprio ruolo Giulia Ballerini, nuova direttrice del Museo Soffici di Poggio a Caiano. Poggese di nascita, sebbene ora viva a Prato, la nuova direttrice ha visto nascere il museo, collaborandovi per dieci anni: dall’apertura ....
gio 30 apr, 2020

Immagini correlate

La facciata principale
Giardino Limonaia
Casolari, (1912-1913)
Soffici nello studio a Poggio a Caiano
Soffici nella casa a Poggio a Caiano
La facciata della Villa
Villa Medici a Poggio a Caiano
Tramonto di Marzo, 1938
Scuderie Medicee