Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » Ponte Manetti, impegno congiunto per dare il via ai lavori

Ponte Manetti, impegno congiunto per dare il via ai lavori

Ponte Manetti - rendering
lun 11 apr, 2016

Questa mattina l’incontro tra Provincia, Comune di Prato e Comune di Poggio a Caiano

Un concreto impegno congiunto per dare il via alla realizzazione del piano di recupero del ponte Manetti entro l’anno. E’ questo il risultato dell’incontro di questa mattina tra la Provincia di Prato, il Comune di Prato e il Comune di Poggio a Caiano. Il ponte fu costruito nel 1833 da Alessandro Manetti su incarico del Granduca di Toscana Leopoldo II, ma nel 1944 fu distrutto dai tedeschi durante seconda Guerra Mondiale. Il bando di gara per il progetto di realizzazione del ponte ciclopedonale sui resti del ponte Leopoldo II, che collega le Cascine di Tavola alla Villa Medicea di Poggio a Caiano, è del 2010 ed il progetto definitivo è stato poi approvato nel 2014, ma da allora non si è potuto dare il via ai lavori a causa delle risorse bloccate dal Patto di stabilità. Un’opera ingegneristica che richiede un milione e 200mila euro di investimenti, dei quali 720mila euro coperti da contributi della Regione Toscana, e i restanti a carico di Provincia di Prato, Comune di Prato e Comune di Poggio a Caiano.

Per sbloccare la realizzazione dell’opera saranno seguite due ipotesi di lavoro che prevedono o il reperimento dell’importo complessivo nel bilancio preventivo 2016 della Provincia, sbloccando l’investimento dal tetto del Patto di stabilità, oppure “lo stralcio” dell’intera opera in due parti separate, in modo da realizzare nella prima fase il ponte di collegamento e quindi rendere utilizzabile l’infrastruttura ciclo-pedonale, rinviando ad un secondo stralcio il completamento delle opere accessorie.

«Vogliamo dare la massima priorità all’attuazione di quest’opera – spiega Matteo Biffoni, presidente della Provincia e sindaco del Comune di Prato -. La realizzazione di un ponte ciclopedonale sul fiume Ombrone significa mettere in collegamento i due territori e due meravigliosi patrimoni storico-culturali. Un’opera bellissima non solo per il valore di recupero, ma anche nell’ottica di una valorizzazione dei percorsi turistici». La volontà di stringere i tempi viene sottolineata anche dal sindaco di Poggio a Caiano Marco Martini: «Non possiamo lasciare ancora ferma un’opera dal così grande valore sia ambientale e paesaggistico che culturale, in quanto ristabilisce la connessione originaria delle Cascine medicee con la Villa e il parco del Bargo. Grazie all’impegno di tutti i rappresentanti degli Enti coinvolti, compresi i tecnici dei Comuni, della Provincia e della Regione Toscana, stiamo lavorando su due ipotesi di soluzione per dare il via ai lavori in tempi brevi. Il progetto definitivo è infatti già pronto».

Comunicato stampa realizzato in collaborazione con l’Ufficio stampa del Comune di Prato 

Condividi

Notizie e Comunicati correlati

Regione Toscana, al fine di ottimizzare gli interventi per il contenimento dei consumi energetici nonché indirizzare gli utilizzi di sistemi di riscaldamento verso forme meno inquinanti, ha avviato un’indagine esplorativa relativa all’utilizzo ....
sab 27 feb, 2021
Novità riguardo al Bando pubblico finalizzato al miglioramento della qualità dell'aria nell'area "Piana Prato - Pistoia". Sono previsti contributi per la sostituzione dei generatori di calore e per l'acquisto di biotrituratori nei comuni di Agliana, Carmignano, ....
ven 12 feb, 2021
“Ci è stato comunicato poche ore fa dalla direzione regionale dei Musei della Toscana, direzione che fa capo per l’appunto al Ministero dei Beni Culturali, che entro la prossima settimana la Villa Medicea riaprirà” così il sindaco di ....
ven 03 lug, 2020
Visto il perdurare della chiusura al pubblico della Villa Medicea di Poggio a Caiano, il sindaco Francesco Puggelli, il 30 giugno 2020, ha scritto una lettera al ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo Dario Franceschini e al ....
mer 01 lug, 2020

Immagini correlate

Vigneti
La facciata della Villa
Chiesa di San Francesco a Bonistallo
La facciata principale
Il parco
Chiesa di Santa Cristina in Pilli
Scuderie Medicee
Statua di Ambra, Ombra e Ombrone
Il giardino