Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » Caso di meningite C a Seano, alcune precisazione da parte di Comune e Asl in merito alla profilassi

Caso di meningite C a Seano, alcune precisazione da parte di Comune e Asl in merito alla profilassi

Sanità ok
dom 04 ott, 2015

In merito al grave episodio di meningite C verificatosi la scorsa notte all'Ospedale Santo Stefano di Prato, la Giunta comunale e tutta l'Amministrazione esprimono la propria vicinanza ai familiari della donna deceduta per l'improvvisa scomparsa della loro cara.
Per quanto riguarda il rischio per il resto della popolazione, l'amministrazione ha seguito fin da subito, in costante collaborazione con l'autorità sanitaria, l'attivazione di tutte le misure necessarie per evitare la diffusione della malattia e continua a monitorare gli sviluppi della situazione. L'Azienda Sanitaria ha fin da subito potenziato il servizio e sta contattando telefonicamente tutte le persone che devono eseguire la profilassi. Oltre 150 sono quelle già chiamate.
Il Comune di Poggio a Caiano invita quindi i cittadini a seguire tutte le indicazioni della Asl 4, riportate nel comunicato stampa sottostante, con particolare riguardo per coloro che, appunto, sono stati a stretto contatto con la paziente nei giorni scorsi. Nello specifico le persone che sabato 26 settembre sono state al ristorante Cavallino rosso di Valenzatico, nel comune di Quarrata, dove la donna ha pranzato; coloro che domenica 27 settembre alle ore 10 hanno seguito la Messa alla parrocchia Santa Maria del Rosario in piazza del Santissimo Rosario a Poggio a Caiano e chi giovedì 1 ottobre ha partecipato all'incontro religioso tenutosi nella medesima parrocchia fra le 21.15 e le 22.

Infine, in considerazione dell'assidua frequentazione da parte della donna di questo ambiente, è opportuno che anche i genitori degli alunni della scuola materna ed elementare delle Suore minime in piazza Santa Maria del Rosario a Poggio a Caiano, in particolar modo coloro che hanno avuto contatti stretti con la paziente, si rivolgano all'ASL4 per valutare se sia necessario effettuare la profilassi. Per quanto riguarda i genitori e gli alunni della scuola media Filippo Mazzei, vista la frequentazione sporadica dell'ambiente da parte della donna, è invece consigliabile rivolgersi alla Asl soltanto per coloro che hanno avuto contatti diretti con la paziente, dato che il rischio sussiste soltanto per le persone che si sono esposte direttamente al malato.

Per qualunque chiarimento è possibile rivolgersi alla guardia medica (055 8778694) o direttamente in via Lavarone 3/5 a Prato, dove ha sede il servizio di prevenzione della Asl 4 (0574 805339).
Si precisa inoltre che, trattandosi di meningococco C, per coloro che hanno già  effettuato la vaccinazione non è necessario ricorrere alla profilassi.
Di seguito il comunicato stampa della Asl 4 con tutte le indicazioni relative alla profilassi.


Prato: donna morta di meningite. L'appello alla profilassi

Una donna di 44 anni di Seano, nel comune di Carmignano, è deceduta questa notte all'ospedale Santo Stefano di Prato, dove era stata ricoverata nel pomeriggio di ieri manifestando i tipici sintomi della meningite. Gli accertamenti medici effettuati hanno potuto effettivamente accertare che si è trattato di un meningococco del ceppo C. Vane le cure dei medici per arginare il grave stato di sepsi in cui versava la donna.

Immediatamente sono state attivate le procedure per la profilassi alle persone entrate in stretto contatto con la donna. L'antibiotico che viene impiegato a questo scopo è già  stato somministrato ai familiari e alle persone che vivono a più stretto contatto, nonché ai sanitari del 118 e dell'ospedale che l'hanno assistita.

Il servizio di prevenzione della Asl 4 di Prato ha inoltre individuato le situazioni nelle quali la donna nei giorni precedenti potrebbe aver avuto contatto con altre persone e lancia un appello a chi dovesse essersi trovato in quei luoghi nelle stesse date ed ore a rivolgersi alla guardia medica del proprio Comune o direttamente in via Lavarone 3/5 a Prato, dove ha sede il servizio di prevenzione della Asl 4.

Si tratta delle persone che sabato 26 settembre sono state al ristorante Cavallino rosso di Valenzatico, nel comune di Quarrata, dove la donna ha pranzato; che domenica 27 settembre alle ore 10 hanno seguito la Messa alla parrocchia Santa Maria del Rosario in piazza del Santissimo Rosario a Poggio a Caiano; che giovedì 1 ottobre hanno partecipato all'incontro religioso tenutosi nella medesima parrocchia fra le 21.15 e le 22. L'appello viene inoltre rivolto ai genitori degli alunni della scuola materna ed elementare delle Suore minime in piazza Santa Maria del Rosario a Poggio a Caiano frequentata dai figli della donna deceduta.

La campagna di vaccinazione voluta dalla Regione Toscana nella Asl 4 ha consentito finora di eseguire oltre 9.200 vaccini fatti al dipartimento della prevenzione ma anche dai medici di medicina generale e dai pediatri che hanno aderito al programma.

Condividi

Notizie e Comunicati correlati

In data 29 marzo alle ore 20.00 partirà il NUMERO UNICO AZIENDALE per la CONTINUITA’ ASSISTENZIALE (ex Guardia Medica). Il numero della Centrale Operativa della Continuità Assistenziale (CA), unico per tutto il territorio AUSL, è 0573 454545. In ....
lun 22 mar, 2021
Una mail dedicata  anche per  coloro che hanno terminato i sacchi o non riescono a registrarsi Per soddisfare più velocemente le richieste degli utenti in quarantena, visto l’incremento di casi Covid-19 dell’ultima settimana, Alia ....
sab 20 feb, 2021
Si informa la cittadinanza che, a seguito del decreto firmato dal Presidente del Consiglio dei Ministri lo scorso 10 aprile, le seguenti misure, che incideranno anche sul nostro territorio, saranno prorogate fino al 3 maggio: è vietata l’uscita ....
ven 10 apr, 2020
Da questa mattina è entrato in vigore il DPCM (Decreto della presidenza del consiglio dei ministri) firmato ieri sera dal presidente Conte. Il decreto, valido fino al 25 marzo, apporta alcune modifiche e limitazioni aggiuntive rispetto a quello ....
gio 12 mar, 2020