Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » Intervista a Milo De Angelis ospite domani della rassegna "Autori di oggi, capolavori di ieri"

Intervista a Milo De Angelis ospite domani della rassegna "Autori di oggi, capolavori di ieri"

Milo De Angelis
ven 22 feb, 2019

Domani, sabato 23 febbraio, alle 17 Milo De Angelis, poeta, scrittore e critico letterario, sarà ospite del secondo appuntamento di “Autori di oggi, capolavori di ieri”, rassegna letteraria curata da Carla Lomi, giunta quest’anno alla sua quinta edizione riscuotendo, ogni volta, elevato successo di pubblico.

Una formula innovativa quella inaugurata dalla rassegna nata grazie alla collaborazione tra i Comuni di Carmignano e Poggio a Caiano: grandi autori del presente rileggono il classico che più hanno amato all’interno di cornici suggestive come le Ville Medicee del territorio.

Domani pomeriggio, alle 17, Milo De Angelis sarà ospite, infatti, della Villa Medicea di Poggio a Caiano. De Angelis ha scelto di rileggere un caposaldo della letteratura latina: il De Rerum Natura di Lucrezio “perché – spiega De Angelis - questo poema è nello stesso tempo antichissimo e contemporaneo. Ha il fascino di un mondo arcaico e il pathos drammatico della modernità. Da una parte ci sono blocchi possenti di immagini, macigni scagliati da un ciclope che rotolano nei burroni con un rimbombo cosmico. Dall’altra ci sono chiaroscuri sottili, increspati, ondeggianti e quasi novecenteschi, come i brani del quarto libro dove gli amanti si fronteggiano incerti e smarriti, incapaci di trovare il filo del loro desiderio: sembrano usciti dalle pagine di uno scrittore esistenzialista”.

Ad accompagnare il poeta l’attrice e fotografa Viviana Nicodemo che ha curato il docu-film dedicato alla vita e alla poetica di De Angelis dal titolo: “Sulla punta di una matita”. “Ho sempre amato il cinema- commenta l’autore di “Somiglianze” -che è l’arte a me più cara, dopo la poesia”. E a proposito del suo grande amore, la poesia, e del futuro di questo genere letterario aggiunge: “Finché esisterà l’alfabeto umano, la poesia avrà un ruolo decisivo, in quanto essa è l’esperienza più rigorosa della nostra parola, lo studio più vigile, strenuo e tagliente dei suoi significati”.

Tornando a domani De Angelis spiega così la scelta dell’opera di Lucrezio: “Di Lucrezio mi affascina tutto, compresa la sua vita di asceta isolato dal resto del mondo, una vita di cui non sappiamo quasi nulla. È un inflessibile solitario, e anche questo mi affascina. Lucrezio non appartiene al suo tempo e non dialoga con i vicini di casa: i suoi interlocutori sono i grandi maestri greci che, secoli prima, hanno dato inizio alla nostra civiltà e che in lui sembrano rinascere e trovare una nuova voce e un nuovo canto”.

Condividi

Notizie e Comunicati correlati

 Il museo Soffici e del ‘900 italiano riapre grazie all’allentamento delle restrizioni per le regioni che si trovano in zona gialla. Riapre e accoglie nuovamente un’opera che negli ultimi mesi era esposta al Museo Marmottan Monet ....
ven 22 gen, 2021
Chi lo desidera, potrà inviare al seguente indirizzo:  info@museoardengosoffici.it  gli elaborati dei propri figli. Saranno pubblicati su questa pagina così anche i bambini diventeranno artisti protagonisti! In cambio, riceverete via e-mail ....
mar 22 set, 2020
“Ci è stato comunicato poche ore fa dalla direzione regionale dei Musei della Toscana, direzione che fa capo per l’appunto al Ministero dei Beni Culturali, che entro la prossima settimana la Villa Medicea riaprirà” così il sindaco di ....
ven 03 lug, 2020
Folk poetico ed eclettico, tra Londra e Napoli, blues e musica africana. E poi filastrocche visionarie, musicate in stravagante libertà. Festival delle Colline 2020 parte con Gnut, tra le voci più ispirate del nuovo cantautorato partenopeo, e con il duo ....
gio 02 lug, 2020

Immagini correlate

Scuderie Medicee
Tramonto di Marzo, 1938
Vista panoramica della Villa
Ponte Manetti lato sinistro
Giardino Limonaia
Tramonto su Poggio
Statua Ambra e Ombrone
Baluardo della Villa
Il campanile della chiesa di Santa Maria del Rosario